Mindfulness

Di che colore è lo stress?

Per regolare le nostre emozioni, il cervello attinge a tre sistemi: allarme, pulsione e cura. Sono responsabili della nostra motivazione, determinando ciò che vogliamo e perché. È importante capire come questi sistemi interagiscono e quali reazioni innescano nel corpo e nella mente.

Le neuroscienze e la storia ci aiutano a dare una spiegazione a questa situazione.

Come si può vedere nella figura, i sistemi di allarme e di pulsione producono stress. In entrambi i sistemi, il cervello e il corpo (sistema nervoso simpatico) sono attivati. Siamo ben svegli e tesi. Quando il nostro sistema di allarme (rosso) è attivo, tutto ciò di cui abbiamo bisogno per combattere o fuggire si mette in moto: battito cardiaco più frequente, pressione sanguigna più alta, tensione muscolare, respiro più veloce, sudorazione.

Possiamo arrivare in uno stato di eccitazione simile, quando una minaccia si manifesta fisicamente. Questo deriva dal nostro bisogno primordiale di sopravvivenza. Era necessario preparare il corpo in questo modo quando si cacciava per procurarsi il cibo, sia per lo sforzo della corsa e dell’arrampicata che per il combattimento o, se non ha successo, per la fuga.

Questa attivazione si realizza anche per un’altra pulsione primordiale, la riproduzione. Ci permette di essere svegli, pieni di energia e attivati al massimo quando perseguiamo un obiettivo, vogliamo raggiungere qualcosa a tutti i costi o fare sesso.

L’attivazione in entrambi i casi avviene grazie al sistema simpatico, parte del sistema nervoso autonomo. Attraverso le sue diramazioni  nervose e la diffusione di adrenalina e noradrenalina tutte le funzioni del corpo sono amplificate per l’azione. Inoltre, vengono rilasciati altri ormoni, specialmente gli ormoni dello stress come il cortisolo. Questi controllano poi una seconda ondata, un po’ più duratura, di reazioni del corpo che sono necessarie per la lotta, la fuga o la caccia. Una conseguenza è, per esempio, un ridotto senso del dolore. Inoltre, il nostro corpo non spreca energia nei processi di guarigione o riparazione. 

In generale, il nostro corpo è attivato dal sistema nervoso simpatico fino all’ultima fibra. Disattiva tutte le funzioni che non sono necessarie al momento, come la digestione – dopo tutto, non ha senso fermarsi a fare pipì mentre si insegue o si fugge perché inseguiti.

Al giorno d’oggi, raramente dobbiamo davvero combattere, fuggire o cacciare per il nostro cibo. In larga misura, abbiamo trovato un modo civile di trattare con gli altri e modi più efficienti per ottenere il nostro cibo. Tuttavia, quando ci troviamo di fronte a richieste stressanti sul lavoro o in famiglia, ricadiamo negli stessi vecchi sistemi di regolazione.

La paura attiva il sistema di allarme rosso, così come la rabbia e la collera. In origine, era una questione di sopravvivenza. Oggi sono sufficienti la paura o il rimuginare su ciò che potrebbe accadere. L‘obiettivo è la sicurezza.

Voler avere qualcosa a tutti i costi, volere o avere bisogno di raggiungere degli obiettivi, attiva il nostro sistema di pulsione blu. In origine si trattava di acqua, cibo e riproduzione. Nel nostro mondo attuale, riguarda la realizzazione, l’aspirazione al possesso, il consumo, il successo, la crescita e lo sviluppo, la curiosità e l’esplorazione. L‘obiettivo è la sazietà.

È chiaro che entrambi i sistemi – allarme e pulsione – attivano lo stress in tutto il corpo. Il nostro corpo è quindi idealmente adatto come sistema di rilevazione precoce che ci indica il livello di stress ed attivazione.
Questo è il motivo per cui i metodi basati su Mindfulness pongono tanta enfasi sugli esercizi di consapevolezza del corpo.

Quando siamo sotto stress, consumiamo costantemente energia. A lungo termine, questo stato deve finire, altrimenti moriremo. Se i nostri antenati non trovavano una via d’uscita dalla zona rossa o blu, venivano mangiati o morivano di fame. Oggi conosciamo alcuni dei meccanismi che stanno dietro a questo. Sappiamo che un sistema di allarme e di pulsione costantemente attivati sono responsabili di reazioni di stress cronico che portano fino al “burn-out”.

Quindi lo stress può essere rosso, blu o entrambi.

Potrebbe piacerti...